Giulio Restaurant: design e territorio

a cura di francesco_di_gaetano

Giulio Restaurant è un elegante locale che si trova a Valdassano, una piccola e tranquilla frazione di Rocchetta e Croce, situata nella valle dei monti Trebulani.

Lo chef e titolare Giulio De Biasio dopo aver collaborato con importanti chef del territorio quali Giuseppe Guida *Michelin con il ristorante “Antica Osteria Nonna Rosa” , Andrea Migliaccio **Michelin con il ristorante “L’Olivo” e Nino Costanzo **Michelin con il ristorante “Dani Maison”, decide di aprire una sua attività assieme alla moglie Alessandra Zona che dirige la sala, investendo sul suo paese di origine.

Il disign dell’ambiente è raffinato e curato nei minimi particolari, dalla scelta dei colori fino all’arredamento, minimal ma d’effetto.

L’offerta gastronomica del ristorante tende a valorizzare i prodotti del territorio in chiave innovativa, giocando sui contrasti tra i sapori ,coninvolgendo il commensale in un’esperienza culinaria alternativa che suscita curiosità.
Passiamo alla presentazione del percorso degustazione :

Aperitivo con spumante Extra dry con pani prodotti dallo chef ( tra cui focaccia con cipolle rosse, pane al finocchietto e olive nere)
Entrè: Pancia di maiale con pelle croccante, crema di patate e salsa al finocchietto.
Antipasto:Arancino di riso con fondo di anatra ,crema di piselli, caffè e granella di amaretti.
Primo:Mezzi paccheri ragù di maialino e peperoncini verdi

Secondo:Brasato di manzo su crema di patate, con scarola e riduzione al pallagrello nero.
Dolce:Cremoso alla ciliegia su fondo di frutti rossi con croccante al cioccolato
Cremoso al caffè con caramello, croccante alle mandorle e chicchi di caffè tostato.

Abbiamo scelto di abbinare al menù un aglianico del taburno Docg Villa Iannella 2017, rosso rubino con riflessi granata, all’olfatto intenso e persistente, floreale (violetta) fruttato (frutti rossi maturi, confetture di mirtilli, ciliegia sotto spirito) e speziato (liquirizia e cacao). Dotato di una buona complessità, il sorso è pieno con un finale lungo e fresco.

Alla fine del servizio è stato un piacere conoscere lo chef e confrontarci con lui riguardo il suo progetto futuro, ci ha trasmesso tanta passione, e speriamo che possa raggiungere tutti i suoi obiettivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *